Come-dichiarare-i-conti-esteri-e quali-tasse-pagare

Staff Metodo Vics

Come dichiarare i conti esteri e quali tasse pagare

Tabella dei Contenuti

In questo articolo andremo a rivelare ai nostri lettori come dichiarare i conti esteri se ci sono tasse da pagare.  Infatti su questo argomento ancora c’è un po’ di confusione. 

Quindi la prima cosa che vogliamo dire è che, nel momento in cui si detiene un conto all’estero a prescindere dal paese dove è  detenuto bisognerà inserirlo nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

Cosa bisognerà inserire di preciso nel quadro RW della dichiarazione dei redditi

Quindi nel momento in cui hai un conto corrente all’estero dovrai dirlo al tuo commercialista perché bisognerà inserirlo nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

Per la precisione bisognerà mettere tutti i dati identificativi di questo conto corrente nonché gli importi precisi in esso contenuti nel corso dell’esercizio.

dichiarazione redditi

A questo punto quindi hai scoperto come dichiarare i conti esteri. Ma la domanda che sicuramente ti farai, e non è strano, e se bisogna pagarci le tasse. E nel prossimo paragrafo ti risponderemo.

Inizia adesso con Metodo Vics

Conti esteri: Bisogna pagarci le tasse?

La risposta è sì ma non in tutti i casi e ora vedremo perché.

Innanzitutto vogliamo rivelarti che c’è una tassa che si chiama IVAFE.

E questa riguarda tutte le attività finanziarie detenute all’estero.

Essa si applica in misura principale con aliquota del 2% sulla genericità dei prodotti finanziari.

Per quanto riguarda invece nello specifico i conti correnti dobbiamo distinguere se il soggetto che li detiene è un privato oppure no.

conti esteri

Se sei un privato dovrai versare l’IVAFE solo nel caso in cui la tua giacenza annuale supera i €5000 Euro e la tassa ammonterà a €34,20 euro. 

Nel caso in cui invece non parliamo di un soggetto privato vale la stessa cosa, nel senso che bisognerà  versare la tassa ivafe solo nel caso in cui la giacenza annuale superi i €5000.

Ma l’importo  della tassa sarà di €100 e questa è l’unica differenza rispetto all’opzione precedente.

Ricevi gratuitamente libro Azienda Ideale

Conti esteri, è rischioso averli?

La risposta è assolutamente no.

E anzi tieni presente che non è previsto nessun monitoraggio fiscale per un conto estero con un importo maggiore a €15000. 

Però chiaramente bisognerà stare attenti nel senso che come dicevamo prima dovrà inserire il conto corrente estero nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

E bisognerà versare la tassa ivafe ogni anno.

 Chi non farà una o entrambe queste cose rischia comunque solo delle sanzioni amministrative.

In ogni caso se hai dei conti correnti all’estero e vuoi sapere con precisione come dichiararle come regolarizzare la tua posizione non avere esitazioni e richiedi una consulenza gratuita!

In questo articolo ti ho spiegato in maniera generica tutto quello che a che fare con la dichiarazione dei conti esteri.

Ma se vuoi saperne di più guarda il video di approfondimento e iscriviti al canale YouTube per rimanere sempre aggiornato.

Anche per oggi da Metodo Vics è tutto!

METODO VICS

Chi ha un conto estero deve inserirlo nella dichiarazione dei redditi?

Si dovrà inserirlo nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

Cos’è l’ivafe?

Ivafe la tassa che riguarda tutte le attività finanziarie detenute all’estero.

Ci sono paesi esteri nei quali si può detenere un conto corrente senza Inserirlo nella dichiarazione dei redditi?

Assolutamente no perché l’inserimento di un conto corrente che si detiene all’estero è obbligatorio a prescindere dal paese.

Come posso gestire legalmente i miei conti esteri?

Per la gestione dei tuoi conti all’estero puoi affidarti a Metodo VIcs!

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

CONDIVIDI IL POST

Ti potrebbe interessare Leggere

area vendite azienda
Welfare Aziendale

Area vendite di un’azienda: perché è importante

Dopo aver parlato dell’area fiscale e finanziaria, dell’area legale, e dell’area marketing, quest’oggi ci occuperemo dell’area vendite di un’azienda e capiremo il perché è importante. Se vuoi saperne di più sull’argomento,

Welfare Aziendale

Area marketing di un’azienda: perché è importante

Dopo aver parlato dell’area fiscale e finanziaria e dell’area legale, quest’oggi ci occuperemo dell’area marketing di un’azienda e capiremo il perché è importante. Se vuoi saperne di più sull’argomento, non

Metodo Vics 2021 © Studio Pampana srls
Corso Trieste, 128 - 00198 Roma (RM)
Piazzetta Umberto Giordano, 2 - 20122 Milano (MI)
P. iva: 01208280576 - Numero Rea: RI-76088
Privacy Policy

Sito Web realizzato da BYB Agency

logo metodo vics

Prenota adesso la tua consulenza!

Analizza la tua situazione attuale e scopri quali strumenti utilizzare per entrare nel digitale.

CONSULENZA OBIETTIVO CREDITO

Inserisci i tuoi dati per completare l’acquisto e ricevere le coordinate per effettuare il BONIFICO.